Capolavori del Seicento in versione “street”

Scritto da Valentina Valentina  in 

Un pallet di legno grezzo normalmente utilizzato per il trasporto merci, un’immagine dell’arte classica e la mano di uno street artist, sono gli ingredienti usati per rendere accessibile a tutti uno dei capolavori del grande maestro emiliano del Seicento, Guido Reni (1575-1642), dal titolo San Pietro penitente.

L’esperimento è dello street artist Riccardo Rapone in arte “Betroot“- tradotto barbabietola – metafora del cognome.  I suoi modelli sono quelli dell’arte classica, in particolare del Cinquecento e Seicento, dal Caravaggio al Guercino, ai pittori fiamminghi.

Attratto dal loro modo di utilizzare la luce, “Betroot” reinterpreta il soggetto in modo originale, come per realizzare un bassorilievo. Una sovrapposizione di vari strati, partendo da uno stucco come base, per poi aggiungere i colori dal più chiaro allo scuro. E per ultimo l’applicazione dello stencil con l’immagine.

Da qui l’artista inizia a scolpire la materia pittorica, procedendo per sottrazione,  utilizzando un trapano, tecnica inconsueta. “Gratto via gli strati di colore andando a cercare quello che mi serve a seconda dei chiaro-scuri – spiega Beetroot – la luce è fondamentale per me, il risultato è tutto un gioco di luci e ombre”. E così il San Pietro Penintente, – l’opera originale appartiene ed è conservata  alla Collezione Mainetti di Roma – comincia a prendere vita. Anche il supporto utilizzato è originale: un pallet di legno per trasporto merci.

Il progetto nasce per Eterna, manifestazione dedicata al Natale di Roma, celebrato quest’anno al Laghetto dell’Eur. Per l’occasione sono stati invitati una serie di street artist che hanno creato opere utilizzando i colori della rinomata ditta Poggi, i cui soggetti rimandano alla città eterna, su una serie di pallet, tanti quanti sono i Municipi di Roma.  “Betroot”, con il  suo San Pietro penitente colto nel profondo pentimento, approderà al terzo municipio. E  i capolavori del magnifico Seicento continueranno a vestirsi in salsa “street”!

 

www.beetrootart.it

www.eternacompleannodiroma.it

 

 

Tags:

Non ci sono ancora commenti

    Instagram

    Chi siamo

    sorelle su marte - sorelle - Chi siamoNon siamo solo sorelle. Siamo quasi “gemelle”. I nostri genitori sono stati così attenti da farci nascere lo stesso giorno, il 5 luglio, a distanza di 3 anni l’una dall’altra. Romane di nascita, cresciute sempre insieme nella “Città Eterna”, abbiamo vissuto nella stessa stanza condividendo sogni e aspirazioni fino a quando le nostre vite hanno […]Leggi di più

    Contatti

    Per contattarci, scrivi all'indirizzo info(at)sorellesumarte.it

    Categorie