illycaffè: una cena d’artista a Venezia

Scritto da Laura Laura  in 

illycaffè: l’invito è arrivato inaspettato. Ma mai come in questo caso nelle nostre corde. Una cena che unisce due espressioni artistiche: quella figurativa e quella gastronomica. In una cornice che rappresenta la quintessenza della bellezza, Venezia e il suo imponente Arsenale che ospita fino alla fine di novembre, unitamente ai Giardini e ad altre location la Biennale d’Arte Contemporanea. Eravamo già state a Venezia per la preview della Biennale a maggio, come avrete potuto leggere nelle breve guida proposta sul blog con le cose da non perdere ( https://www.sorellesumarte.it/arte/biennale-darte-d…e-cose-da-vedere/), ma tornare sulla laguna per un progetto di questo tipo, dal taglio così originale e innovativo, è stato molto stimolante.

illycaffè - cena 6 978x420 - illycaffè: una cena d’artista a Venezia

L’idea della cena d’artista è firmata da illycaffè in collaborazione con Guide Michelin. Andrea Illy sostiene da 30 anni l’arte contemporanea e da ben 10 edizioni è partner della Biennale d’Arte a Venezia. “C’è arte in tutto ciò che facciamo” è il leit-motiv delle 3 cene-evento che propongono un dialogo creativo tra chef stellati (selezionati da Guide Michelin) e artisti (scelti dal curatore della 58esima Biennale Ralph Rugoff).

Le cene sono aperte ai clienti attraverso il circuito online di Guide Michelin e si svolgono nella cornice del Ristorante Le Bombarde all’Arsenale, precedute da un’eccezionale visita guidata a porte chiuse della mostra.

Noi abbiamo partecipato, invitate da illycaffè alla serata che ha visto protagonisti lo chef tristellato Niko Romito con la sua brigata e l’artista argentina AD (Adriana) Minoliti le cui opere sono esposte per la prima volta in Biennale. Artista e chef si sono consultati, confrontati e hanno unito le loro sensibilità dando vita a un progetto di contaminazione tra arte contemporanea e alta cucina unico e irripetibile.

AD Minoliti ha immaginato per questa cena un allestimento con le tavole coloratissime ma essenziali come lo è il logo dell’invito. L’artista di Buenos Aires si ispira alla pittura metafisica  e modernista attraverso il mondo immaginario delle case per bambole che si diverte a scomporre e ricomporre, modificandole alla maniera di Kandinskij, Picasso e Matisse.

illycaffè: lo chef Niko Romito

Lo chef Niko Romito (che non ha bisogno di presentazioni), broker mancato e poi cuoco autodidatta, in soli 7 anni ha conquistato 3 stelle Michelin con il ristorante Reale di Castel Di Sangro in Abruzzo. L’incontro con l’artista argentina ha prodotto una cena totalmente vegetariana all’insegna dell’essenzialità, dell’equilibrio e del gusto dietro i quali si cela però una ricerca incessante sulla materia prima. Semplicità è anche una portata servita senza posate, da mangiare facendo la classica “scarpetta” con il pane prezioso a base di grani scelti e lievito madre prodotto dallo stesso Romito e un pesto mediterraneo, distillato dei migliori sapori del made in Italy. Oppure il trancetto di cocomero ricoperto di pomodorini (a mio parere l’accostamento più straordinario) difficile da dimenticare nel gusto. O anche il cavolfiore gratinato, il cui sapore incredibile sorprende e disorienta la vista.

Alla fine della cena, l’immancabile caffè, un blend speciale scelto da Niko Romito (brand ambassador di illycaffè) servito nella tazzina decorata dall’artista, ispirata al progetto e che farà parte di un’edizione speciale di illy Art Collection in uscita nell’autunno 2019.

illycaffè: Andrea Illy e l’agricoltura pulita

Le nuove frontiere del gourmet sono la sostenibilità e la cura dell’ambiente. Ne è uno strenuo sostenitore Andrea Illy, presidente del gruppo illy che si è preso un anno sabbatico ed è ripartito dalla sua laurea in chimica per studiare il modo di realizzare un’agricoltura “pulita” (con coltivazioni che purificano i terreni), carbon free e impegnata nel sociale. Un modello che sta già replicando in tutte le sue aziende ma che dovrebbe diventare parte di un sistema globale. Ogni giorno vengono servite nel mondo 8 milioni di tazzine di caffè illy in oltre 140 paesi, nei migliori bar, ristoranti, alberghi e anche a casa. “Sostenibilità, qualità e bellezza – spiega Massimiliano Pogliani, amministratore delegato di illycaffè – sono le 3 anime del nostro brand e della nostra missione aziendale che vivono attraverso questi eventi così creativi”. E c’è anche un risvolto social-culturale. Parte del ricavato delle cene sarà infatti devoluto a sostegno del progetto di digitalizzazione della fototeca dell’Archivio Storico della Biennale di Venezia.

Il calendario delle cene-evento:

16 luglio 2019: artista Cameron Jamie – chef Guy Martin 2 stelle Michelin

9 settembre 2019: artista AD Minoliti – chef Niko Romito 3 stelle Michelin

7 ottobre 2019: artista Ulrike Muller – chef Sang Hoon Degeimbre 2 stelle Michelin

 

Per prenotazioni e informazioni:

contact-eventdepartment@tp.michelin.com
www.illy.com
www.labiennale.org

Ti è piaciuto illycaffè: una cena d’artista a Venezia? Leggi anche: 

Trieste: viaggio nella capitale della creatività con ITS
Ristorante Acquolina: arriva il giovanissimo chef Daniele Lippi
Festival della Valle d’Itria 2019 a Martina Franca

Tags:

Non ci sono ancora commenti

Avatar

Instagram

Chi siamo

sorelle su marte - sorelle - Chi siamoNon siamo solo sorelle. Siamo quasi “gemelle”. I nostri genitori sono stati così attenti da farci nascere lo stesso giorno, il 5 luglio, a distanza di 3 anni l’una dall’altra. Romane di nascita, cresciute sempre insieme nella “Città Eterna”, abbiamo vissuto nella stessa stanza condividendo sogni e aspirazioni fino a quando le nostre vite hanno […]Leggi di più

Contatti

Per contattarci, scrivi all'indirizzo info(at)sorellesumarte.it

Categorie