Sardegna da scoprire: il Sulcis Iglesiente, terra di miniere, mare e minatori

Scritto da  Laura  in 

Il viaggio nel Sulcis Iglesiente è stata la naturale continuazione del tour in Ogliastra alla scoperta della Sardegna meno conosciuta. Abbiamo raggiunto Iglesias da Ulassai. Due ore di strada interna con curve e tornanti (sembra di stare in alta montagna) e senza incontrare un benzinaio! Se invece partite dal nord, ad esempio dalla Costa Smeralda, mettete in conto 3 ore e mezzo di auto, la diagonale perfetta dell’isola per raggiungere il sud-ovest, un territorio ancora selvaggio e preservato, ricco di sentieri nella natura, a picco sul mare e punteggiato di miniere.

Ho scelto di fare questo tour dopo aver visto per la prima volta una foto di Porto Flavia. Impossibile non desiderare un giorno di essere lì… Per pianificare l’itinerario rivolgetevi al Consorzio Turistico per l’Iglesiente. Sapranno consigliarvi al meglio e fornirvi tutte le indicazioni in base ai vostri interessi. www.ctiglesiente.it +39 3483178065

Sardegna - Porto Flavia e il Pan di Zucchero
Porto Flavia e il Pan di Zucchero

Sardegna: Iglesias, la città che non ti aspetti

Facilmente raggiungibile da Cagliari, Iglesias è ciò che non ti aspetti. Pensi di essere in Sardegna e invece cammini tra i vicoli di un borgo della Toscana medievale, la cui architettura vira qua e là sul liberty.  Un bel mix di generi condensati nel centro storico di una città di 28 mila abitanti dalla tradizione secolare – risalgono all’epoca romana le prime attività estrattive di piombo, zinco, argento e galena solforosa – e con una forte impronta fiorentina.

Sardegna - Piazza La Marmora a Iglesias
Piazza La Marmora a Iglesias

Il nome Iglesias proviene infatti da Villa di Chiesa, fondata dal conte Ugolino della Gherardesca nel 1200. Solo con la dominazione spagnola successiva, Villa di Chiesa si trasformò in Iglesias. Resterete colpiti dalle torri medievali di avvistamento che circondano il centro: erano anticamente 23, oggi si può salire solo su di una per avere una bella panoramica della città.

Sardegna - Vista di Iglesias da una delle torri medievali
Vista di Iglesias da una delle torri medievali

Resterete altrettanto sorpresi dallo stile eclettico di Via del Commercio e Piazza La Marmora con la facciata del caffè che riproduce antiche pubblicità dei primi del ‘900. Durante la vostra passeggiata entrate in un qualsiasi panificio per assaggiare il mustazzeddu, tipica focaccia di Iglesias a base di pane, pesto di pomodoro, basilico e aglio. E non mancate di visitare la pasticceria Invidia per gli amaretti di mandorla dal sapore intenso e più amarognolo del solito.

Il Museo dell’arte Mineraria è una vera chicca. Si trova dov’era un tempo la scuola per i capi minatori voluta da Quintino Sella, ministro del Regno d’Italia molto amato ad Iglesias. Al piano superiore c’è l’esposizione accurata dei minerali nelle varie teche.

Sardegna - Museo dell'arte mineraria a Iglesias
Museo dell’arte mineraria a Iglesias

Al piano inferiore si visitano i laboratori della scuola che includono anche una galleria didattica sotterranea lunga ben 500 metri con tutte le simulazioni di una miniera vera e propria. Luca Mula, responsabile del sito vi svelerà ogni segreto di questo mondo affascinante. www.museoartemineraria.it

Sardegna: il tour delle miniere dell’Iglesiente

La regione dell’Iglesiente è stato uno dei più importanti bacini minerari d’Italia e d’Europa. Oggi i siti sono tutti dismessi ma possono essere visitati e apprezzati per il loro fascino. Oltre alle escursioni all’interno delle miniere, esistono percorsi a tema di trekking come il Cammino di Santa Barbara, il Cammino delle Miniere e itinerari di biking lungo la costa e in montagna.

www.sulcishikingbike.comwww.camminominerariodisantabarbara.org

Sardegna - Porto Flavia al tramonto
Porto Flavia al tramonto

Porto Flavia si trova a Masua, la spiaggia a 15 chilometri da Iglesias. E’ una delle meraviglie assolute della Sardegna. Un antico porto minerario chiamato così dal nome della figlia dell’ingegnere Vecelli che lo progettò nel 1924. E’ a picco sul mare davanti al Pan di Zucchero, alto 133 metri, il faraglione più alto del Mediterraneo. Una visione assolutamente struggente dall’alba al tramonto (quando lo abbiamo visitato noi) con il lusso di un aperitivo in solitaria nel chiosco accanto all’ingresso.

Ma per scattare la foto top vi consiglio di prenotare un’escursione in gommone a Masua con Matteo Galzerino, titolare del Warung Beach Club, eletto il migliore beach club d’Italia nel 2019 per la qualità dei servizi in spiaggia e la ristorazione. Durante il giro vedrete una grotta con la sagoma della Sardegna e frontalmente da vicino la bocca d’ingresso di Porto Flavia, oltre a poter fare un bagno nel mare blu cobalto dalle sfumature indescrivibili delle grotte del Pan di Zucchero.

www.warungbeach.it tel. +39 3928197964

Il complesso minerario di Monteponi è stato chiuso dall’Eni nel ’92. Uno dei più imponenti d’Italia, composto da un centinaio di edifici compreso il Pozzo Sella, recentemente restaurato, che ha erogato durante la sua attività mille litri di acqua al secondo per 150 anni. Copritevi con pantaloni lunghi, giacca e scarpe chiuse per la visita alle gallerie sotterranee. C’è una temperatura interna di 11 gradi e forte vento.

La visita alla Grotta di Santa Barbara prevede l’ingresso in miniera con un trenino motorizzato, un ascensore e una scala a chiocciola. Salito l’ultimo gradino vi troverete davanti a uno spettacolo assoluto di formazioni calcaree dalle fogge incredibili e rocce tappezzate di barite – il minerale tipico di questa grotta – risalente a 5 milioni di anni fa e simile alla rosa del deserto. La grotta fu scoperta nel 1952 dopo lo scavo di un fornello per sondare la presenza di minerali. La temperatura interna è di 16-18 gradi.

Info e prenotazioni per le visite a tutte le grotte sul sito:  www.iglesiasturismo.it

Sardegna: dove dormire a Iglesias

Corte Rubja è un resort 3 stelle in un giardino, a 5 minuti di auto dal centro storico di Iglesias con piscina e camere indipendenti. www.corterubja.it

Sardegna: dove mangiare a Iglesias

Al Gazebo Medioevale nel centro di Iglesias troverete un’ottima tagliata di tonno proveniente da Carloforte.

A Masua da Il Capitano gusterete specialità di pesce a prezzi corretti e con una bella vista sulla costa.

Ti è piaciuto Sardegna da scoprire: il Sulcis Iglesiente, terra di miniere, mare e minatori? Leggi anche:

Sardegna da scoprire: Ulassai nell’Ogliastra e l’arte di Maria Lai
Tropea: viaggio nel borgo dei borghi 2021 e capitale dell’empatia
Torre del Nera Spa, un albergo diffuso nel mare verde dell’Umbria (2021)

Tags:

Non ci sono ancora commenti

Instagram

Chi siamo

Non siamo solo sorelle. Siamo quasi “gemelle”. I nostri genitori sono stati così attenti da farci nascere lo stesso giorno, il 5 luglio, a distanza di 3 anni l’una dall’altra. Romane di nascita, cresciute sempre insieme nella “Città Eterna”, abbiamo vissuto nella stessa stanza condividendo sogni e aspirazioni fino a quando le nostre vite hannoLeggi di più

Contatti

Per contattarci, scrivi all'indirizzo info(at)sorellesumarte.it

Categorie